Rustici di zucchine

Snack di metà mattina, merenda, aperitivo, bruch, pic-nic... Insomma, questi rustici sono dei jolly!

Sono "ingannevoli" per chi non mangia verdure: le zucchine sono grattugiate e quasi invisibili, il sapore del basilico è prevalente per cui i bambini “intolleranti” al verde ma amanti del pesto e similari apprezzeranno certamente questi sfizietti salati.

Ne preparo sempre in abbondanza, con questa dose escono più o meno 60 pezzi, e li conservo in freezer. Sono lo snack alternativo alla merendina confezionata, appena scaldati sono perfetti per l’aperitivo!

E’ importante che le zucchine siano piccole perché hanno meno acqua di vegetazione, ma se riuscite a trovare solamente quelle più grandi è preferibile eliminare la parte interna oppure dopo averle grattugiate le strizzate un po' e le tamponate con carta assorbente.

Happy cooking!

Ingredienti

500 g di zucchine piccole con i suoi fiori

3 uova

100 g di ricotta

50 g di grana padano grattugiato

3 cucchiai di pesto di basilico

2 cucchiai di olio extra vergine d'oliva

250 g di farina

10 g di lievito in polvere

Sale

Procedimento

Scaldare il forno a 180°C.

Grattugiare le zucchine, tagliare sottilmente i fiori di zucchina.

In una ciotola battere le uova con la ricotta. Aggiungere il grana, il pesto, l’olio.

Setacciare al farina ed aggiungerla al composto di uova.

Unire le zucchine grattugiate, salare e trasferire il composto in una sacca da pasticceria (oppure utilizzare un cucchiaio). Tagliare la punta e riempire degli stampi da minimuffins in silicone (se si usano quelli in alluminio imburrarli prima dell’uso).

Cuocere in forno per 20 minuti circa.

 

Insegnante di cucina, in Italia e all’estero. Organizzo piccoli e grandi eventi, amo ricevere amici a casa, per me ogni singolo giorno è speciale, e mi piace rendere sontuoso anche il piatto più semplice. Amo i colori, e non potrei mai fare a meno dei fiori. Adoro viaggiare, andare per negozi e mercati alla ricerca di accessori per la casa e le mie tavole. Colleziono piatti, tazze, tessuti, biancheria e… libri di cucina!