Scrippelle 'mbuss

Quando quella zuppiera della nonna arrivava in tavola, la stanza s’inondava di profumi inebrianti, c’era il brodo, era festa. In Abruzzo, o meglio, nel teramano, il pranzo del dì di festa inizia spesso con un buon piatto di brodo di carne, fumante.

E dire brodo, significa dire scrippelle, le nostre leggerissime, trasparenti crepes, insaporite con formaggio grattugiato (pecorino o grana), arrotolate e bagnate nel brodo fumante (perciò bagnate, ‘mbusse).

Questo è di certo uno dei piatti emblema della gastronomia teramana, fatta di squisita semplicità eleganza, raffinatezza. Fare le crepes può essere complicato se non ci si è mai cimentati, queste, in particolare, prive di latte richiedono un po’ di maestria, devono essere davvero molto sottili. La padella che oggi usiamo è quella piatta, antiaderente, ma la tradizione richiede quella di ferro, unta con un pezzo di grasso di prosciutto...

La fiamma deve essere molto bassa e quando mettere il composto nella padella, con gesto molto veloce, togliete subito la parte in eccesso.

una volta pronte le scrippelle,  si sparge del formaggio grattugiato e si irrorano con buon brodo  di gallina, o di carni miste, insomma, quello della festa, del Natale (che a casa mia è sempre profumato con un pezzo di cannella).

Quando nella quotidianità mi prende la gran voglia di scippelle preparo un brodo di carne veloce e leggero, a volte mi accontento anche di un buon brodo vegetale. Vi assicuro, a sera, un buon brodo con "dù scrippell" sono quell’abbraccio caldo di cui si ha bisogno dopo una lunga giornata passata a correre tra lavoro, casa, figli, scuola...

Mi raccomando, che il brodo sia fumante quando lo versate nel piatto.

Happy cooking!

Ingredienti

Per 6 persone

4 uova grandi

6 cucchiai di farina (circa 120g)

300 ml di acqua

olio extra vergine d'oliva

sale

Formaggio pecorino (o grana)

1.8 Lt di brodo di gallina

Procedimento

In una terrina battere leggermente le uova, unire la farina setacciata e diluire con l’acqua. mescolare bene. Lasciare riposare per almeno mezz’ora. Se si sono formati dei grumi passare il composto attraverso un colino. Aggiungere mezzo cucchiaio d’olio, mescolare bene.

Riscaldare una padella antiaderente tenendo la fiamma bassa.

Prendere un mestolo d’impasto e versarlo nella padella, facendo sì che il composto sia distribuito uniformemente su tutta la superficie, eliminare l’eccesso. Le scrippelle devono essere molto sottili, trasparenti.

Quando i bordi si staccheranno facilmente, girarle e farle cuocere brevemente anche dall’altra parte.

Scaldare il brodo preparato in precedenza seguendo la ricetta.

Su ogni crepe spargere del formaggio e quindi arrotolarle, una alla volta. Disporne 2-3 nel piatto fondo. Versare due mestoli di brodo bollente.

PER IL BRODO DI CARNE “ESPRESSO”

Mezza gallina (o pollo)

1 cipolla 

1 carota

1 gambo di sedano

Sale

1 stecca di cannella

La carne di gallina va opportunamente pulita, tolta la pelle ed il grasso, lavata, asciugata.

In una casseruola (antiaderente) fare cuocere a fiamma bassa sedano, carota e cipolla tagliati a pezzi, unire i pezzi di carne e cuocere per 10-15 minuti, rigirando spesso. Quando la carne risulterà sufficientemente rosolata,  portare a bollore 2 Lt di acqua e versare sulla carne.

Fare cuocere a fiamma bassa per 40 minuti,  schiumando e sgrassando all’occasione.

Dieci minuti prima di spegnere il fuoco aggiungere la cannella. Rimuovere la carne, la cipolla, il sedano e la carota e filtrare.

 

Insegnante di cucina, in Italia e all’estero. Organizzo piccoli e grandi eventi, amo ricevere amici a casa, per me ogni singolo giorno è speciale, e mi piace rendere sontuoso anche il piatto più semplice. Amo i colori, e non potrei mai fare a meno dei fiori. Adoro viaggiare, andare per negozi e mercati alla ricerca di accessori per la casa e le mie tavole. Colleziono piatti, tazze, tessuti, biancheria e… libri di cucina!