Arrosto di vitello con i porcini

Arrosto di una  domenica autunnale. Con funghi freschi, porcini, buonissimi.

Una riflessione che facevo stamane al manco della macelleria: non è necessario comprare tagli pregiati, anzi. Io preferisco spendere qualcosa in più per avere carne di gran qualità, ma risparmiare scegliendo un taglio meno pregiato. 

Niente filetto, insomma, ma, come in questo caso, il reale, come mi è stato consigliato dal macellaio di fiducia. Necessita maggior tempo di cottura, a fiamma bassa, proprio come facevano le nostre nonne. Tempo al tempo. E in attesa della sua cottura, mi dedico alla casa, all'addobbo floreale... perché la domenica per me è slow...

Happy cooking!

Ingredienti

1.5 Kg di reale (collo) di vitello

(legato con un rametto di rosmarino)

1 bicchiere di vino bianco

500 ml circa di Brodo di pollo

300 g di funghi porcini freschi

2 spicchi d’aglio

Salvia

Rosmarino

Timo

Olio extra vergine d’oliva

Sale

Procedimento

In una casseruola scaldare 3 cucchiai di olio, farvi rosolare la carne in ogni sua parte.

Sfumare con il vino bianco, quando sarà completamente evaporato aggiungere un bicchiere di brodo, abbassare la fiamma, salare, coprire e fare cuocere per 30 minuti. Togliere il coperchio, se c’è ancora della parte liquida fare evaporare ed aggiungere i funghi affettati insieme agli spicchi d’aglio e agli aromi legati con uno spago da cucina. Salare.

Proseguire la cottura con coperchio, aggiungendo del brodo quando necessario, per altri 45 minuti circa. Togliere la carne, porla su una gratella e coprirla con un foglio d’alluminio. Fare riposare 10 minuti prima di tagliarla, disporla nel piatto di portata e servirla con i funghi.

 

Insegnante di cucina, in Italia e all’estero. Organizzo piccoli e grandi eventi, amo ricevere amici a casa, per me ogni singolo giorno è speciale, e mi piace rendere sontuoso anche il piatto più semplice. Amo i colori, e non potrei mai fare a meno dei fiori. Adoro viaggiare, andare per negozi e mercati alla ricerca di accessori per la casa e le mie tavole. Colleziono piatti, tazze, tessuti, biancheria e… libri di cucina!