Chicocce (zucchine) e patane

È uno dei piatti che maggiormente associo a mia nonna, madre di mio padre. Oggi lo chiameremmo “giorno detox” oppure “giorno vegetariano”,  ma per lei il lunedì era dedicato ai vegetali, poco altro, niente pasta.

Lei non era un’amante di brodi o minestroni. Per questo cucinava soprattutto piatti come questi, più asciutti, molto semplici, poco conditi, ma saporiti. 

Chicocce e patane, forma dialettale abruzzese per Zucchine e Patate, in bianco o con l'aggiunta di qualche filetto di pomodoro, cipolla, oh sì, tanta, sedano, carote (io non sempre metto quest'ultime), a fine cottura dell’olio crudo e del buon basilico profumato e, se possibile, la sua erba preferita, l’erba pepe!

Un piatto nato per l'esigenza di utilizzare tutto quello che la terra donava: le zucchine, lasciate crescere, nel giro di poco tempo diventano grandi, storte, brutte e, sopratutto, tanto insipide! Cotte così, potevano assurgere ad un piatto di buon gradimento, ritenuto povero, ma sappiamo bene che tutti i piatti “poveri” sono un vero concentrato di sapori.

Lo confesso, vado veramente matta per questo piatto, vuoi per i sapori, vuoi per tutto il mondo che racchiude in sé.  Rivedo lei, che di buona lena già dal mattino presto iniziava a preparare per il pranzo, perché viveva slow, faceva le sue cose con gran calma. Il tegame che adoperava sempre era rosso, smaltato, l'interno bianco. L'immagine è nitida davanti a me.

Quando d'estate passavo a salutarla, prima di andare al mare, la chicocc'e patane era già pronta, perché va gustata tiepida, a temperatura ambiente. Lei cucinava ma non l'ho mai vista assaggiare quanto stesse preparando, allora approfittava sempre del mio passaggio, invitandomi a provare. Al suo "vedi se da di sale" - di certo non mi facevo pregare - ne mettevo un po' nel piattino e mi inebriavo del profumo prima ancora del buon sapore. C'era l'erba pepe, la distinguevo subito.... Nonna, è buonissima.  Chi potrebbe mai cancellare dalla mia mente certi ricordi?

Ingredienti

1 e 1/2  Kg di zucchine 

1 Kg di patate

2 pomodori di piccola dimensione, maturi

1 cipolla

½ carota

1 costa di sedano

sale

pepe

olio extra vergine

basilico fresco

erba pepe (o timo)

Procedimento

Lavare, tagliare le zucchine a tocchetti, eliminando, se necessario, un po’ della parte interna (questa operazione è necessaria per le zucchine che hanno parecchia parte interna a volte piena di semi).

Pelare le patate e tagliare anch’esse a tocchetti.

Pelare e privare dei semi i pomodori, tagliarli a filetti. Affettare la cipolla, e tritare il sedano e la carota.

In una casseruola scaldare 4 cucchiai di olio con sedano, carota, cipolle, dopo breve cottura unire le zucchine e le patate, mescolare, unire anche i filetti di pomodoro e un bicchiere di acqua.

Coprire con il coperchio e fare cuocere fino a consistenza desiderata.

Salare, completare con basilico fresco, erba pepe e un filo d’olio.

 

 

 

 

Insegnante di cucina, in Italia e all’estero. Organizzo piccoli e grandi eventi, amo ricevere amici a casa, per me ogni singolo giorno è speciale, e mi piace rendere sontuoso anche il piatto più semplice. Amo i colori, e non potrei mai fare a meno dei fiori. Adoro viaggiare, andare per negozi e mercati alla ricerca di accessori per la casa e le mie tavole. Colleziono piatti, tazze, tessuti, biancheria e… libri di cucina!