E se usassimo dei contenitori naturali?

E se usassimo dei contenitori naturali?

Siete in vacanza, volete ricevere gli amici e vi mancano piatti da portata. Prima di ricorrere a bicchierini e coppette di plastica … avete mai pensato di utilizzare quanto vi offre la natura?

Provate ad immaginare:tra frutta, verdure, conchiglie, troverete di certo la soluzione al vostro problema e la tavola assumerà un aspetto particolarmente allegro e colorato, sicuramente diverso, e invitante.

Qualche sera fa ho usato dei limoni per servire un’insalata di polpo e patate ma la scelta è davvero illimitata: oltre ai classici gusci di melone e cocomero (ottimi per preparazioni a base di frutta) si possono utilizzare quelli degli agrumi o dell’ananas (ideali per un riso freddo) oppure delle mele verdi svuotate (tenute in acqua acidulata per non farle annerire).


Ci sono le zucchine tonde svuotate, i mezzi peperoni, i gusci di avocado, le varie foglie (in questa stagione prediligo quelle di fico o di vite). Per uno stuzzichino benissimo pomodorini ciliegia o tronchetti di cetriolo, sempre svuotati perché fungano da contenitore.


Molto belle anche le conchiglie che spesso riempio con mousse di pesce o baccalà mantecato.
L’importante è che ciò che va a contatto con il cibo sia stato ben lavato, che si accordi alla pietanza, che si evitino categoricamente le foglie di piante ornamentali chimicamente trattate o non commestibili (come le foglie di edera che, ahimè, troppo spesso, erroneamente,  “invadono” le tavole: sono tossiche e non commestibili!).

Happy cooking!

Insegnante di cucina, in Italia e all’estero. Organizzo piccoli e grandi eventi, amo ricevere amici a casa, per me ogni singolo giorno è speciale, e mi piace rendere sontuoso anche il piatto più semplice. Amo i colori, e non potrei mai fare a meno dei fiori. Adoro viaggiare, andare per negozi e mercati alla ricerca di accessori per la casa e le mie tavole. Colleziono piatti, tazze, tessuti, biancheria e… libri di cucina!