Frittata con erbe aromatiche e gorgonzola 

Le erbe aromatiche a casa mia non mancano mai. In città - ahimè - non riesco a coltivarle,  non ho un terrazzo e sul davanzale della cucina il sole batte troppo forte per cui le piantine durano ben poco.

Dunque, le acquisto al mercato e le conservo in frigo. Come? Le metto in contenitori che posso chiudere ermeticamente oppure in sacchetti da freezer - se sono umide  unisco anche un pezzo di carta assorbente - chiudo il sacchetto molto bene, cercando di inglobare aria, come fosse un palloncino gonfio. Metodo infallibile anche per l’insalata - vedrete si conserverà perfettamente per più giorni - mi consente di averle sempre fresche, come fossero state appena recise. 

Dovendo partire e non volendole di certo buttare in pattumiera, le ho utilizzate per una frittata davvero squisita. E sì che la frittata è sempre buona ma aver suscitato lo stupore del marito (sempre così parco in quanto a complimenti) vorrà dire che merita davvero un’attenzione in più. Giocate pure con la combinazione di erbe, fate la vostra alchimia e divertitevi! Perché la cucina è anche e soprattutto divertimento, no? 

Ps. Sul mio profilo Instagram c’è la storia (in archivio) della ricetta eseguita step by step…

Happy cooking!

Ingredienti

5 cipolle fresche, le più piccole, oppure 1 se grande

6 uova 

2-3 cucchiai di erbe aromatiche sminuzzate

80 g di gorgonzola dolce

olio extra vergine d’oliva

sale

pepe

Procedimento

Tagliare sottilmente la parte verde delle cipolle fresche, affettare la parte chiara. 

In una padella da 20 cm radunare la cipolla con 4 cucchiai di olio e fare cuocere a fiamma bassa senza farla colorire troppo. 

In una ciotola battere le uova con il trito di erbe, salare e pepare, rovesciare nella padella ed alzare la fiamma. Procedere nella cottura spostando verso il centro la parte del bordo che pian piano si rapprende. Spargere sulla superficie il gorgonzola, chiudere con coperchio per l’ultimo minuto di cottura, spegnere il fuoco, fare riposare nella padella per poco tempo e quindi fare scivolare nel piatto di portata e servire.

 

 

Insegnante di cucina, in Italia e all’estero. Organizzo piccoli e grandi eventi, amo ricevere amici a casa, per me ogni singolo giorno è speciale, e mi piace rendere sontuoso anche il piatto più semplice. Amo i colori, e non potrei mai fare a meno dei fiori. Adoro viaggiare, andare per negozi e mercati alla ricerca di accessori per la casa e le mie tavole. Colleziono piatti, tazze, tessuti, biancheria e… libri di cucina!