Frittelle di patate con salmone e panna acida

Finiti i festeggiamenti del Natale, qualche giorno di semi-dieta e già si riprende a parlare di ricette per il fine anno, queste frittelle a mio avviso possono essere un bell’antipasto.

In inglese latkes (di origine ebraica, immancabili nei festeggiamenti dell’hannukah), sono molto facili da fare, basta grattugiare delle patate crude ed un po’ di cipolla (io in questa ricetta la ometto), unire un uovo, della farina e quindi friggerle. Vengono rigorosamente servite con panna acida o creme fraiche (se non la trovate, potete sostituirla con yogurt greco oppure lasciare a temperatura ambiente per mezz'ora della panna fresca con qualche cucchiaino di succo di limone).

Ps. Si possono preparare in anticipo, al momento di servirle scaldare il forno a 200°C. Mettere le frittelle e spegnere il forno, dopo pochi minuti saranno calde, pronte per essere servite.

Happy cooking!

Ingredienti

Per 8 persone

500 g di patate

1 uovo

1 cucchiaio di farina

Sale

Olio d’oliva

300 g di salmone affumicato

150 ml di panna acida

zenzero fresco

erba cipollina

sale

50 g di uova di salmone

Procedimento

Pelare e lavare le patate. Grattugiarle grossolanamente, metterle in un canovaccio pulito, chiudere a fagotto e premere per eliminare l’eccesso di acqua.

Radunarle in una ciotola, aggiungere l’uovo, la farina e poco sale.

Versare in una padella 1.5 cm di olio. Scaldarlo e poggiarvi il composto di patate preso a cucchiaiate e appiattire. Quando iniziano a dorare, girarle le frittelle e cuocerle dall’altro lato. Cuocerne poche alla volta.

Trasferirle su un piatto foderato con carta assorbente.

Preparare la salsa: grattugiare due cm di radice di zenzero spellato. Unire alla panna acida, salare, insaporire con un cucchiaio di erba cipollina sminuzzata.

Su ogni piatto disporre una frittella di patate, una fetta di salmone ed un cucchiaio di salsa.

Completate con uova di salmone e decorare con erba cipollina.

 

Insegnante di cucina, in Italia e all’estero. Organizzo piccoli e grandi eventi, amo ricevere amici a casa, per me ogni singolo giorno è speciale, e mi piace rendere sontuoso anche il piatto più semplice. Amo i colori, e non potrei mai fare a meno dei fiori. Adoro viaggiare, andare per negozi e mercati alla ricerca di accessori per la casa e le mie tavole. Colleziono piatti, tazze, tessuti, biancheria e… libri di cucina!