Quadrotti cacio e pepe

Niente pane in casa. Una golosa sostituzione da preparare in poco tempo? Eccola!

Di solito in dispensa abbiamo sempre un po’ di farina, del vino, e dell’olio, vero? E chi non ha anche un po’ di formaggio? Devo dire che io ne acquisto poco, tendo a comprare formaggi solo quando sono certa della qualità del tipo di latte utilizzato. Ma è difficile che io torni dall’Abruzzo senza un buon pecorino. E proprio con l’ultimo pezzetto di pecorino ho preparato questi deliziosi quadrotti, in sostituzione del pane, con del cacio - poco stagionato - e tanto pepe.

Il tempo di misurare gli ingredienti, impastare brevemente, stendere rimpasto, tagliare, ed ecco che in mezz’ora sono già pronti. Un po’ di ricotta, una fetta di prosciutto o bresaola, e la cena della domenica sera è salva.

Happy cooking!

Ingredienti

300 g di farina 0

10 g di lievito in polvere

60 g di Pecorino poco stagionato, grattugiato

70 ml di Olio extra vergine d'oliva

120 ml circa di vino bianco

sale

abbondante pepe nero appena macinato

1 uovo

Procedimento

Scaldare il forno a 180°C.

Setacciare la farina con il lievito ed il sale direttamente dentro una ciotola. Aggiungere il pecorino ed il pepe, mescolare. Al centro versare gli ingredienti liquidi. Amalgamare ed impastare brevemente, sino ad ottenere un impasto morbido ed omogeneo.

Stendere l’impasto su carta da forno e ricavare un rettangolo, rifilare i bordi. Tagliarlo con una rotella dentellata, formando dei quadrati, e trasferire direttamente in teglia con il foglio di carta forno.

In una ciotolina battere il tuorlo con un cucchiaio di acqua e spennellare la superficie.

Cuocere in forno per circa 20 minuti.

 





Insegnante di cucina, in Italia e all’estero. Organizzo piccoli e grandi eventi, amo ricevere amici a casa, per me ogni singolo giorno è speciale, e mi piace rendere sontuoso anche il piatto più semplice. Amo i colori, e non potrei mai fare a meno dei fiori. Adoro viaggiare, andare per negozi e mercati alla ricerca di accessori per la casa e le mie tavole. Colleziono piatti, tazze, tessuti, biancheria e… libri di cucina!