Rape e ceci

Più vegetali e legumi in questo inizio anno. Meno carne, più pesce. Meno zuccheri, più cibi integrali. Più movimento meno pc e tv.

Cominciamo ben, dunque. Con un piatto della tradizione di casa mia. In Abruzzo sono chiamate semplicemente rape, (simil cime di rapa, stessa famiglia), vengono dapprima lessate e poi ripassate in padella con aglio e olio, fino a farle appassire completamente, devono essere quasi cremose.

Si aggiungono i ceci, che sono stati messi a bagno e poi cotti pian piano. E la combinazione che ne risulta è davvero eccellente, dove il piccante ("olio santo" per gli abruzzesi) è d’obbligo, soprattutto in giornate gelide.

Happy cooking!

Ingredienti

100 g di ceci secchi (200 g circa di ceci in scatola)

1 costa di sedano

1 carota

1 cipolla

2 Kg di cime di rape

2 spicchi d’aglio

Peperoncino piccante

Peperone dolce secco

Olio extra vergine d’oliva

Sale

Procedimento

Il giorno prima mettere a bagno i ceci per 8 ore (o più, dipende dalle qualità).

Sciacquarli bene e coprirli con acqua fredda, cuocerli a fiamma bassa per due ore circa con sedano, carota, cipolla tenuti interi.

A fine cottura salare e tenere da parte.

Mondare le rape, tenendo solo le foglie più tenere e le inflorescenze.

Lavarle bene, lessarle in acqua salata in ebollizione.

Scolarle, tenendo da parte un bicchiere di acqua di cottura.

In una casseruola scaldare 4 cucchiai di olio extra vergine d’oliva insieme agli spicchi d’aglio in camicia e del peperone dolce secco, intero o frantumato. Unire le rape e far cuocere a fiamma bassa per 3-4 minuti, aggiungendo un pò di acqua di cottura.

Unire a questo punto i ceci cotti, proseguire la cottura a fiamma moderata per dieci minuti circa.

Aggiungere del peperoncino piccante e tenere in caldo fino al momento di servire con crostini di pane tostato.

 

Insegnante di cucina, in Italia e all’estero. Organizzo piccoli e grandi eventi, amo ricevere amici a casa, per me ogni singolo giorno è speciale, e mi piace rendere sontuoso anche il piatto più semplice. Amo i colori, e non potrei mai fare a meno dei fiori. Adoro viaggiare, andare per negozi e mercati alla ricerca di accessori per la casa e le mie tavole. Colleziono piatti, tazze, tessuti, biancheria e… libri di cucina!