Tortine di arance con mandorle

E’ una tortina sfiziosa per un fine pasto, energetica per la prima colazione, ottima da mettere nello zaino dei ragazzi. Helathy, noterete che non c’è uso di grassi e la cosa bella è che possiamo usare le arance intere, sì, perché anche la buccia ha notevoli proprietà nutrizionali...

Questa ricetta è per parlarvi dell’annuale iniziativa dell’Airc, Associazione Italiana per la ricerca sul cancro. Domani in molte piazze italiane (dove sarà possibile... causa maltempo… meglio controllare qui) saranno vendute le arance della salute (le rosse, che hanno il 30% in più di vitamina C). acquistandole sosterremo l’associazione che dal 1965 promuovere la ricerca oncologica nel nostro Paese.

Una sana alimentazione contribuisce a prevenire molte malattie tumorali, e le arance sono ottime alleate. In questa ricetta ci sono anche le mandorle, insieme formano un bel connubio.

Ps. Io lavo molto bene le arance, non le tengo a bagno, a se volete un sapore più dolce punzecchiatele e tenetele a bagno almeno una notte.

Happy cooking!

Ingredienti

2 arance (di media dimensione), non trattate

6 uova, sbattute

250 gr di zucchero

250 gr di mandorle tritate

1 cucchiaino di lievito in polvere

150 ml latte

Arance caramellate

Yogurt greco

Procedimento

Cuocere le arance intere in acqua bollente finché risulteranno morbide (1 ora e mezza circa). Farle Raffreddare.

Scaldare il forno a 190°C.

Tagliate le arance a metà e rimuovere eventuali semi.

Frullarle in un robot da cucina fino ad avere una purea. Aggiungere le uova, una alla volta, poi lo zucchero, le mandorle e il lievito, ed il latte, con la macchina in azione.

Versare il composto in una teglia (35x25 cm) foderata con carta forno. Cuocere per 40 minuti circa. Fare raffreddare completamente.

Ricavare delle tortine da 10 cm di diametro.

Servire con yogurt greco e arance caramellate.

 

Insegnante di cucina, in Italia e all’estero. Organizzo piccoli e grandi eventi, amo ricevere amici a casa, per me ogni singolo giorno è speciale, e mi piace rendere sontuoso anche il piatto più semplice. Amo i colori, e non potrei mai fare a meno dei fiori. Adoro viaggiare, andare per negozi e mercati alla ricerca di accessori per la casa e le mie tavole. Colleziono piatti, tazze, tessuti, biancheria e… libri di cucina!