Zuppa di orzo con castagne e funghi porcini

Questa zuppa è un must di casa mia. Corroborante, confortante, salutare. 

Certo, non la posso preparare tutte le settimane, perché richiede un po’ di tempo, allora quando la cucino, faccio doppia dose e conservo in freezer in monoporzioni.

In questo periodo utilizzo i funghi porcini e le castagne fresche, poi, quando non ci saranno più si passerà a quelli secchi.

Come dicevo, richiede un po’ di tempo, ma c’è una mia grande alleata che riesce a diminuirlo… Immagino abbiate già capito, è la pentola a pressione!

Happy cooking!

Ingredienti

250 g di orzo perlato

300 g di castagne

300-400 g di funghi porcini

1.2 L di brodo vegetale o brodo leggero di carne

2 cucchiai di battuto di sedano, carota, cipolla

30 g di burro

30 g di speck

alloro

1 rametto di rosmarino

2 foglie di salvia

olio extra vergine d’oliva sale

pepe

Procedimento

Cuocere le castagne: lavarle bene, metterle in acqua fredda con due foglie di alloro e cuocerle per 1 ora circa (22-25 minuti con la pentola a pressione).

Sbucciarle e spellarle quando saranno raffreddate, tenere da parte.

Pulire i funghi porcini, mondarli, tagliarli sottilmente.

Scaldare il brodo

In una casseruola rosolare il battuto con il burro e 2 cucchiai di olio, unire lo speck tritato ed i funghi. Mescolare bene, versarvi l’orzo sciacquato sotto acqua corrente e scolato. Unire anche il rosmarino e la salvia ben legati con fio da cucina.

Mescolare, aggiungere 1 litro di brodo caldo e a metà cottura aggiungere le castagne spellate.

Aggiustare di sale, unire ulteriore brodo qualora fosse necessario, e si desiderasse una zuppa più brodosa.

A fine cottura, completare con un filo d’olio e del pepe macinato al momento.

 

 

Insegnante di cucina, in Italia e all’estero. Organizzo piccoli e grandi eventi, amo ricevere amici a casa, per me ogni singolo giorno è speciale, e mi piace rendere sontuoso anche il piatto più semplice. Amo i colori, e non potrei mai fare a meno dei fiori. Adoro viaggiare, andare per negozi e mercati alla ricerca di accessori per la casa e le mie tavole. Colleziono piatti, tazze, tessuti, biancheria e… libri di cucina!