Le Mie Ricette

Chicocce (zucchine) e patane

Piatto abruzzese, nato per l'esigenza di utilizzare tutto quello che la terra donava: le zucchine lasciate crescere più a lungo, diventano sì grandi, ma, ahimè, tanto insipide. Cotte così, potevano assurgere ad un piatto di buon gradimento, ritenuto povero, ma sappiamo bene che tutti i piatti “poveri” sono un vero concentrato di sapori.

Chicocce (zucchine) e patane

Insalata di pomodori alla paesana

Una delle cose che un po’ tutto il mondo ci invidia è indubbiamente la possibilità di poter percorrere il nostro Paese da Nord a Sud, Est, Ovest, e in ogni angolo scoprire le infinite sfumature di uno stesso piatto. Come ad esempio l'insalata di pomodori, che qui ha in aggiunta peperoni, sedano e...

 

Insalata di pomodori alla paesana

Cannelloni di scrippelle con ricotta e spinaci

Un classico di tante case italiane che accontenta anche i vegetariani! Io lo preparo spesso con le crespelle, perché impiego meno tempo rispetto alla sfoglia. Ho fatto la prova cronometro e vi assicuro che non è un piatto così lungo da preparare... Provare per credere!

Cannelloni di scrippelle con ricotta e spinaci

Involtini di pesce sciabola in guazzetto

Il nome scientifico è Lepidopus caudatus, ed è un pesce lungo, che può arrivare fino ai 2 metri. La sua pelle ha un colore argento brillante, è privo di squame, una bocca molto grande, vive soprattutto nel Mar Mediterraneo, e lo si conosce anche come pesce lemma, fiamma, bandiera, serpentin… ma a Messina, dove nelle acque limitrofe ne guizzano tanti, lo chiamano “regina del mare”.


Involtini di pesce sciabola in guazzetto

Pizza arrotolata con pesto di rucola

Ah, quanto tempo è passato dalla prima volta che ho fatto questa ricetta….

1996-97.  Vivevo a Singapore, erano gli anni in cui iniziavo a dare corsi di cucina italiana, divenni presto amica di una mia allieva, nonché titolare di una impresa di catering, lei iniziò subito a chiedermi  di preparare per lei pizzette, focaccine e tanti, tanti dolci, l'Italian food era sempre molto apprezzato, ancor più se quello 'di casa', tradizionale.

Pizza arrotolata con pesto di rucola

Schiacciata di ceci al rosmarino

A Genova la chiamano farinata, mentre a Pisa è la cecìna, dalle parti di Alessandria è nota come bellecauda, mentre in Sardegna il termine più comune è fainè. La base è la stessa, farina di ceci, acqua, un pizzico di sale e poi qualche altro ingrediente per caratterizzarla e personalizzarla. Olio extra vergine d’oliva, in primis, sale, e poi rosmarino, come nel mio caso, ma c’è chi unisce cipolle o cipollotti, carciofi, acciughe o salsicce. Ero indecisa sul nome da adottare, poiché le mie origini non sono nei citati luoghi, allora la chiamo schiacciata e così non scontento nessuno!

Schiacciata di ceci al rosmarino